System Mind » Certificati di Prevenzione Incendi
RISPARMIO - BENESSERE - AMBIENTE - SICUREZZA

Certificati di Prevenzione Incendi

Ti serve un Certificato di Prevenzione Incendi per la tua Attività, il tuo Condominio, o la tua Autorimessa?


System Mind è la ditta che stavi cercando !!!
 Con noi, infatti, non dovrai preoccuparti di nulla: i nostri esperti si occuperanno di tutto in tempi brevi garantendoti un prezzo vantaggiosissimo pur offrendoti un’esperienza pluridecennale!
 
Chiama ora lo 040 314125, un nostro tecnico specializzato è a tua disposizione per una consulenza gratuita senza nessun impegno da parte tua!
 
Affidati a noi: sono quasi 25 anni che aiutiamo i nostri clienti ad ottenere il Certificato di Prevenzione Incendi, possiamo farlo anche con te!
 

Vuoi una valutazione dei progetti antincendio da presentare ai VV.F. per poter avere il benestare a procedere con la realizzazione dei lavori?

I responsabili delle “attività soggette” di categorie B e C, devono presentare al Comando la domanda di valutazione del progetto di nuovi impianti o costruzioni nonché dei progetti di modifiche da apportare a quelli esistenti, che comportino un aggravio delle preesistenti condizioni di sicurezza antincendio, i nostri tecnici ti accompagneranno in tutte le fasi necessarie e sono le seguenti:

  1. Documentazione tecnica, a firma di tecnico abilitato (che è un professionista iscritto in albo o ordine professionale che opera nell’ambito delle proprie competenze) e formano parte integrante le informazioni generali, relazione tecnica e tutti gli elaborati grafici completi di piante/sezioni/prospetti;
  2. Attestato del versamento effettuato a favore della Tesoreria Provinciale dello Stato;

Nel caso in cui la documentazione presenti carenze o sia irregolare (anche nella forma) il Comando può richiedere la documentazione integrativa entro 30 giorni e nell’attesa della ricezione della documentazione richiesta s’interrompe il termine di 60 giorni.
Il Comando VVF rilascia il parere di conformità entro 60 giorni dalla data di presentazione dell’istanza.
 

Hai bisogno della pratica SCIA?

Una volta ultimati i lavori deve essere presentata al Comando (prima dell’esercizio dell’attività) la SCIA antincendio (segnalazione certificata di inizio attività), e la documentazione a corredo sarà la seguente:
 
1) Asseverazione, a firma di tecnico abilitato, attestante la conformità dell’attività ai requisiti di prevenzione incendi e di sicurezza antincendio, alla quale sono allegati:
 
1a) Certificazioni e dichiarazioni, secondo quanto specificato nell’Allegato II al D.M. 7 agosto 2012,atte a comprovare che gli elementi costruttivi, i prodotti, i materiali, le attrezzature, i dispositivi e gli impianti rilevanti ai fini della sicurezza antincendi, sono stati realizzati, installati o posti in opera secondo la regola dell’arte, in conformità alla vigente normativa in materia di sicurezza antincendio;
1b) Per le attività soggette di categoria A, relazione tecnica ed elaborati grafici, a firma di tecnico abilitato, conformi a quanto specificato nell’Allegato I, lettera B, del Decreto di cui al punto precedente.
 
2) Attestato del versamento effettuato a favore della Tesoreria provinciale dello Stato, ai sensi dell’articolo 23 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139.

 

Hai bisogno della pratica di attestazione rinnovo periodico della conformità antincendio

Il titolare delle “attività soggette” (di categoria A, B e C), deve inviare al Comando la richiesta di rinnovo cpi periodico di conformità antincendio ogni 5 anni, tramite una dichiarazione attestante l’assenza di variazioni alle condizioni di sicurezza antincendio corredata dalla documentazione prevista. Se invece hai il CPI scaduto, ti aiutiamo a regolarizzare la posizione rapidamente e senza problemi.

 

Hai bisogno della pratica di richiesta di deroga?

Le norme di prevenzione incendi (regole tecniche) emanate dal Ministero dell’Interno sono di tipo “deterministico-prescrittivo”. A volte la presenza di vincoli di vario genere (strutturali, impiantistici, edilizi, storico-architettonici, ecc.), non consente di rispettare uno o più punti delle disposizioni antincendio vigenti. Per tenere conto di questi casi, è previsto l’istituto della deroga che consente di sanare situazioni non altrimenti risolvibili prevedendo misure tecniche alternative in grado di garantire un livello di sicurezza equivalente, attraverso un attento studio di fattibilità, i nostri tecnici ti aiuteranno ad ottenerla rapidamente offrendoti la miglior consulenza antincendio adatta alla situazione specifica.

 

Hai necessità della pratica relativa al nulla osta di fattibilità (N.O.F)?

Si tratta di un procedimento non previsto nel precedente regolamento di cui al DPR n. 37/98. I responsabili delle “attività soggette” di categorie B e C, possono richiedere al Comando l’esame preliminare della fattibilità dei progetti di particolare complessità, ai fini del rilascio del nulla osta di fattibilità.

 

Ti occorre la pratica relativa alle verifiche in corso d’opera?

I responsabili delle “attività soggette” di categorie A, B e C, possono richiedere al Comando l’effettuazione di visite tecniche, da effettuarsi nel corso di realizzazione dell’opera. Il nostro team composto da ingegneri ed architetti sono specialisti nei diversi settori con un’esperienza ventennale che ti aiuterà a verificare tutte le opere realizzate dai diversi fornitori ed impiantisti.

 

Hai bisogno della richiesta di voltura del Certificato Prevenzione Incendi

Nel caso in cui si subentra in un’attività già esistente è obbligatorio richiedere la voltura delle istanze antincendio.

 

Ti serve un professionista affinché i lavori nelle diverse fasi di cantiere avvenga in conformità al progetto antincendio e/o alla normativa vigente?

L’esperienza sul campo mette in evidenza la necessità di fornire alle imprese un supporto professionale durante il cantiere, sia nella scelta dei prodotti idonei, sia nella definizione puntuale dei metodi di posa. Questa assistenza resa alle attività garantisce un sensibile risparmio sia in termini di tempo che di costi e più agevole ottenimento del Certificato di Prevenzione Incendi.

 

Hai un serbatoio di gasolio oppure gpl?

I serbatoi di gasolio mobili oppure quelli di gpl (gas petrolio liquefatto) sono soggetti anche loro al controllo dei Vigili del Fuoco.

 

Nell’ottica di agevolarti nella comprensione di una materia delicata e complessa come quella legata al decreto del Ministero dell’Interno 25 gennaio 2019, che regola tutte le attività sopra citate, come già accennato, ti ho inviato  una “Guida rapida alle norme di sicurezza antincendio per gli edifici” in cui ho riportato i punti fondamentali del decreto e, in questo contesto, tengo a sottolineare che la System Mind Srl è dotata di tecnici dotati di grande esperienza e competentissimi nelle materie interessate che sono a tua completa disposizione per qualsiasi necessità.

 

Non esitare a contattarci: la consulenza è gratuita, e di certo troveremo il modo per soddisfare ogni tua necessità!