System Mind » Circolari » Scoppio di bombole e serbatoi gas: le linee guida dei Vigili del Fuoco
RISPARMIO - BENESSERE - AMBIENTE - SICUREZZA

Scoppio di bombole e serbatoi gas: le linee guida dei Vigili del Fuoco

 

 
 “Scoppi di bombole e serbatoi: analisi ed interpretazione dei segni” è il testo contenente le linee guida Pubblicate da parte del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco sull’argomento, sempre attuale, delle esplosioni di bombole e serbatoi.

 
Nel contetso degli incidenti domestici e non, come fiere mercati ecc, assume particolare rilevanza, lo scoppio dei contenitori portatili di GPL, che finiscono spesso nelle prima pagine dei giornali.
 
Le linee guida proposte servono a fornire al personale operativo del Vigili del Fuoco, ed ai tecnici del settore, un utile riferimento sulle cause di incidenti coinvolgenti bombole e serbatoi, anche attraverso un’analisi dei segni lasciati sui contenitori.
 

Le linee guida dei Vigili del Fuoco

 
Il documento mettendo in evidenza le possibili cause di un esplosione sottolinea anche che, in questo contesto, hanno un importante ruolo i riempimenti abusivi di serbatoi per GPL, fenomeno estremamente diffuso che può portare a gravissime conseguenze per chi lo mette in atto e le persone circostanti.
 
I Vigili del Fuoci  affermano che la gran parte delle statistiche e della ricerca delle cause si sofferma sui motivi esterni, cioè sulle cause che provengono dall’ambiente di installazione, tralasciando il comportamento meccanico del recipiente o dell’impianto.
 
È molto importante valutare le condizioni della bombola per ricostruire fenomeni assai preoccupanti che si possono verificare, come i cedimenti del contenitore per eccesso di riempimento.
 
L’analisi tecnica nell’ambito di una ricerca delle cause dello scoppio viene effettuata attraverso un’indagine macrofrattografica sulle superfici della frattura, evidenziando gli aspetti diagnostici della morfologia ed individuando il probabile punto di innesco della lesione.
 
Gli esami metallografici condotti consentono di ricostruire i tipi e le caratteristiche degli acciai utilizzati nella realizzazione di bombole e serbatoi, in particolare della tecnica di saldatura e di valutare gli aspetti di corrosione in alcune parti critiche.
 
Confrontando queste informazioni con i dati sui materiali e sulle tecniche realizzative definite dalle Norme si possono dunque trarre conclusioni sulla corretta realizzazione del reperto analizzato e far scaturire osservazioni sulle cause della sovrappressione interna che hanno portato all’apertura del mantello della bombola e di conseguenza al rilascio nell’ambiente del suo contenuto.
 

Cause più comuni degli incidenti

 
Gran parte degli incidenti è riconducibile alla disattenzione, superficialità ed all’omissione nell’uso dei recipienti e nella loro manutenzione ma anche le installazioni non conformi alle norme per ciò che riguarda gli apparecchi utilizzatori, i sistemi di ventilazione e di scarico possono creare problematiche non da poco.
 
Le categorie di incidenti si possono accorpare nel seguente modo
 
– dispersione di gas (volontaria o non),
– combustione incontrollata in un apparecchio di utilizzo del gas,
– cattiva combustione in un apparecchio di utilizzo del gas, compresa quella dovuta ad insufficiente aerazione,
– inadeguata evacuazione dei prodotti della combustione aumento interno della pressione.
 
Se vuoi leggere le linee guide complete clicca qui!