Privacy Policy Valvole Termostatiche Istruzioni per l'Uso - System Mind Trieste

Valvole termostatiche come funzionano?

Ecci le risposte che cerchi

La valvola termostatica permette di regolare la temperatura di ogni singolo ambiente per sfruttare anche gli apporti gratuiti di energia, quelli dovuti, ad esempio, alla presenza di molte persone nei locali, ai raggi del sole che filtrano attraverso le finestre, agli elettrodomestici.

La valvola termostatica regola automaticamente l’afflusso di acqua calda in base alla temperatura scelta ed impostata sull’apposita manopola graduata.

La valvola si chiude mano a mano che la temperatura ambiente, misurata del sensore, si avvicina a quella desiderata, consentendo di “deviare” il restante flusso di acqua calda verso gli altri radiatori ancora aperti.

In questo modo, si consuma meno energia nelle giornate più serene, quando il sole è sufficiente a riscaldare alcune stanze e quando si può, ad esempio, impostare una temperatura più bassa nelle stanze da letto e una più alta in bagno o anche lasciare i radiatori aperti al minimo quando si esce di casa.

Il risparmio di energia indotto dall’uso delle valvole termostatiche può arrivare fino al 20% proprio per questa ragione ne è fatta obbligatoria l’installazione nelle ristrutturazioni e nelle nuove realizzazioni.

Ecci le risposte che cerchi

Alcuni suggerimenti nell’uso:

  1. Le valvole termostatiche reagiscono automaticamente alle variazioni della temperatura ambiente, aprendo o chiudendo l’afflusso d’acqua calda dai radiatori, quindi, a finestra aperta, l’afflusso d’acqua è massimo, assicuratevi, in tal caso, di chiudere le valvole.
  2. Una regolazione fine tramite le valvole termostatiche permette di adattare la temperatura ai bisogni effettivi del locale, così facendo potrete realizzare economie di combustione non trascurabili (riducendo di 1°C la temperatura dell’appartamento, si ottiene una economia di combustibile dell’ordine del 6%)
  3. Se il radiatore in alcune parti sembra essere freddo (non è un segnare di malfunzionamento) vuol dire che la testa termostatica sta lavorando bene facendo affluire la giusta quantità di acqua calda al terminale radiante.
  4. E’ consigliabile aprire completamente la testa termostatica (temperatura massima) a fine stagione per evitare il deposito di particelle di sporco nella sede della valvola.

 

Domande e Risposte sull’uso delle valvole

Fra le domande più frequenti che ci vengono poste sull’uso della termostatica, ne abbiamo scelte alcune:

1) Se il radiatore è metà caldo e metà freddo la testa termostatica sta lavorando correttamente?

Si la testa termostatica sta lavorando bene perchè sta fornendo la minima quantità d’acqua necessaria in quel momento della giornata e sta sfruttando al massimo il salto termico del fluido aumentando il delta T e abbassando la portata.

2) Perchè in alcuni casi non raggiungo la temperatura ambiente voluta con la termostatica?

In alcune occasioni il radiatore si trova ad essere coperto da copriradiatori, pesanti tendaggi o semplicemente in posizioni non ottimali o facilmente raggiungibili, è per questo che esistono regolatori termostatici che permettono di rilevare la temperatura in una posizione diversa da quella in cui si trova il radiatore ottenendo una corretta regolazione della temperatura nell’ambiente.

3) La testa termostatica si può montare in qualsiasi posizione?

NO, pur essendo molto flessibile deve pur sempre rispondere alle leggi della fisica e dei fluidi e perciò deve essere in grado di sentire correttamente la temperatura nel locale in cui è installata. Deve essere montata in posizione orizzontale al fine di percepire correttamente la temperatura.

4) Ma la testa termostatica è un meccanismo ON/OFF o modulante?

NON è un meccanismo ON/OFF ma modulante perché il sensore essendo continuamente a contatto con la temperatura del locale è continuamente in movimento e tende a trovare una situazione di equilibrio con le temperature della stanza.

5) Ma la testa termostatica ha bisogno di energia elettrica per funzionare?

NO è un meccanismo autonomo che non necessita di nessuna energia esterna per funzionare, basta montarla sulla valvola e lei comincia a lavorare.

6) Posso montare la testa termostatica sul ritorno del radiatore?

NO, a meno che non si disponga d una valvola a flusso contrario. Montando una normale valvola termostatica sul ritorno si rischia che la regolazione delle temperatura non sia corretta perchè il flusso dell’acqua potrebbe creare delle spinte indesiderate sull’otturatore portandolo alla chiusura quando non è necessario o rendendo rumorosa la valvola.

7) Le valvole termostatiche sono rumorose?

NO, se installate correttamente sono apparecchi molto silenziosi visto che non contengono organi di movimento (tipo ingranaggi) che causano rumori.

8) Perché le valvole termostatiche a volte “fischiano”?

Questo fenomeno si genera quando la pressione differenziale aumenta oltre un valore limite. Secondo il VDMA (Norme tecniche dell’Associazione Tedesca fra le Industrie Meccaniche per la progettazione ed il bilanciamento di impianti di riscaldamento con radiatori corredati di valvole termostatiche) questo limite è 0,2 bar. Questo fenomeno è causato da una cattiva regolazione a monte dell’impianto. Per ovviare a questo problema, dopo aver correttamente tarato l’impianto ed i singoli radiatori per mezzo di valvole di bilanciamento e detentori, si possono prevedere dispositivi autoregolanti come il regolatore di pressione differenziale che installato a monte di un gruppo di valvole (colonna montate di distribuzione) permette di tarare la pressione differenziale richiesta a mantenerla sempre uguale anche se la maggior parte delle valvole nell’impianto si sono chiuse.

9) Perché è consigliabile aprire completamente la testa termostatica (temperatura massima) a fine stagione?

Per evitare il deposito di particelle di sporco nella sede della valvola.

10) Posso bloccare o limitare il campo di temperatura in una testa termostatica?

Si, tutti i prodotti termostatici hanno entrambe le possibilità. Con una semplice operazione di pochi secondi si può decidere se limitare il campo di temperatura verso il basso (al cliente viene impedito di abbassare troppo la temperatura sbilanciando il rendimento energetico del condominio), verso l’alto (al cliente viene impedito di riscaldare troppo l’ambiente con aggravio dei consumi comuni) o se dare un campo di lavoro che eviti entrambi i fenomeni ma lasci libertà di regolazione al cliente (es.da 16°C a 22°C).

11) Le valvole termostatiche sono obbligatorie?

Si, la legge n.10/91 ed il DLs.N 192/05 hanno reso obbligatoria l’istallazione delle valvole termostatiche negli alloggi di nuova costruzione e nelle ristrutturazioni degli impianti termici, comprendendo il caso di trasformazione totale dell’impianto centralizzato in impianti autonomi.

 

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
I agree to have my personal information transfered to MailChimp ( more information )
Lascia la tua email per rimanere in contatto con SystemMind!
Scoprirai tutte le nostre novità, consigli e servizi direttamente nella tua mail ogni due settimane.
0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Questo contenuto è protetto!
Avvia la chat
Ciao! Come ti posso aiutarti?