Privacy Policy Interventi Agevolabili per PRIVATI su Edifici Unifamiliari Decreto Rilancio

Decreto Legge 19 maggio 2020 n.34: “Decreto Rilancio” Interventi agevolabli per i PRIVATI su edifici UNIFAMILIARI

Decreto Rilancio

Se vuoi una consulenza professionale contattaci.

 La materia è complessa ed articolata, le opportunità ed i valori in gioco consigliano vivamente di affidarsi a tecnici esperti in materia anche per valutazioni preventive che nel caso in questione sono quanto mai opportune.

Il 19 maggio è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legge n.34: “Decreto Rilancio”, che introduce un incentivo fiscale del 110% per interventi di efficientamento energetico degli edifici.

E’ importante evidenziare che il Decreto Legge è in vigore dalla data di pubblicazione, tuttavia dovrà essere convertito in legge entro 60 giorni e tale passaggio potrà comportare modifiche e integrazioni.

Quindi le opportunità e le criticità presenti nell’attuale testo potranno essere oggetto di revisione.

Fra queste ricordo:

  1. Come valutare correttamente il salto di due classi energetiche per i condomini;
  2. L’utilizzo di materiali certificati;
  3. La certificazione della congruità economica degli interventi effettuati;
  4. La necessità per l’applicazione effettiva del Super Ecobonus del 110% di alti provvedimenti attuativi da parte dell’Agenzia delle Entrate e del MISE.

Con queste premesse non Vi è dubbio che il decreto rilancio rappresenta un’opportunità imperdibile per riqualificare gli edifici unifamiliari a costo zero usufruendo della cessione del credito o dello sconto in fattura.

Va rilevato che le agevolazioni si applicano solamente agli interventi effettuati dalle persone fisiche, al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arti e professioni, su edifici unifamiliari adibiti ad abitazione principale.

Quali sono gli interventi di efficientamento energetico che i singoli privati possono adottare sui loro edifici unifamiliari ottenendo la detrazione del 110%?

  1. Interventi di isolamento termico delle superfici opache verticali e orizzontali che interessano l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25 per cento della superficie disperdente lorda. La detrazione di cui alla presente lettera è calcolata su un ammontare complessivo delle spese non superiore a euro 60.000;
  2. Interventi per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria a pompa di calore, ivi inclusi gli impianti ibridi o geotermici, anche abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici e relativi sistemi di accumulo, ovvero con impianti di microgenerazione. La detrazione di cui alla presente lettera è calcolata su un ammontare complessivo delle spese non superiore a euro 30.000.

A questi interventi di efficientamento energetico trainanti si possono abbinare, sempre con l’aliquota di detrazione al 110% tutti di efficientamento energetico di cui al precedente ECOBONUS (legge n.90/2013), quali sostituzione di finestre, schermature solari e chiusure oscuranti, panelli solari, dispositivo di controllo remoto degli impianti, oltre agli impianti fotovoltaici anche con accumulo e di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici sempre nei limiti di spesa previsti per ciascun intervento.

Al fine dell’accesso alla detrazione del 110%, gli interventi oltre a rispettare i requisti minimi previsti dai decreti attuativi di cui alla legge 90/2013, nel loro complesso, devono assicurare, il miglioramento di almeno due classi energetiche dell’edificio, ovvero, se non possibile, il conseguimento della classe energetica più alta, da dimostrare mediante l’attestato di presentazione energetica (A.P.E), ante e post intervento, rilasciato da tecnico abilitato nella forma della dichiarazione asseverata.

Va ricordato che al fine dell’opzione per la cessione del credito o per lo sconto in fattura il richiedente deve ottenere il visto di conformità dei dati relativi alla documentazione che attesta la sussistenza dei presupposti che danno diritto alla detrazione d’imposta per gli interventi eseguiti congiuntamente a dichiarazione asseverata a firma di tecnico qualificato attestante il rispetto dei requisiti previsti dai decreti di cui Legge 90/2013 e la corrispondente congruità delle spese sostenute in relazione agli interventi agevolati.

Per rilevare l’importanza di queste nuove dichiarazioni da predisporre va sottolineato che, ferma l’applicazione delle sanzioni penali ove il fatto costituisca reato, ai tecnici che rilasciano attestazioni e asseverazioni infedeli si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 2.000 a 15.000 euro per ciascuna attestazione o asseverazione infedele resa.

Inoltre i Tecnici devono essere in possesso di una polizza di assicurazione della responsabilità civile, con massimale adeguato al numero delle attestazioni o asseverazioni rilasciate e agli importi degli interventi oggetto delle predette attestazioni o asseverazioni e, comunque, non inferiore a 500 mila euro, al fine di garantire ai propri clienti e al bilancio dello Stato di risarcimento dei danni eventualmente provocati dall’attività prestata.

La non veridicità delle attestazioni o asseverazioni comporta la decadenza del beneficiario.

Anche tutti i costi sostenuti dal Condominio per l’espletamento della parte tecnico- amministrativa comprese le attestazioni, le asseverazioni ed i visti di conformità, degli interventi di efficientamento energetico rientrano tra le spese detraibili e quindi risultano di fatto a costo zero per il Condominio.

Per finire una considerazione: la materia è complessa ed articolata, le opportunità ed i valori in gioco consigliano vivamente di affidarsi a tecnici esperti in materia anche per valutazioni preventive che nel caso in questione sono quanto mai opportune.

Se vuoi una consulenza professionale ed indipendente contattaci.

 

Contattaci

0403141125

Email info@systemmind.com

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
I agree to have my personal information transfered to MailChimp ( more information )
Lascia la tua email per rimanere in contatto con SystemMind!
Scoprirai tutte le nostre novità, consigli e servizi direttamente nella tua mail ogni due settimane.
0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Questo contenuto è protetto!
Avvia la chat
Ciao! Come ti posso aiutarti?